RICERCA FINANZA di Massimo Intropido - Sito ufficiale


Vai ai contenuti

L'OPINIONE di Massimo Intropido

L'OPINIONE di MASSIMO INTROPIDO

Arrivano i primi interventi coordinati a livello globale,
tra questi è prevista anche la concessione di una liquidità illimitata al sistema creditizio europeo.

Milano, 20 settembre 2011.


Cari Lettori,

Standard & Poor’s sarebbe pronta ad assegnare un bassissimo rating agli Eurobond. Il piano di rilancio dell’economia del Governo americano non convince ancora del tutto. Poi sono arrivate le dimissioni di Stark dal board della Bce. Insomma, la situazione, invece di migliorare, sembra sempre più peggiorare.

Ma nei giorni scorsi, senza alcun preavviso, è arrivata la nota della BCE in cui si annunciava che 5 importanti banche centrali (Bce, Banca d'Inghilterra, Banca del Giappone, Banca nazionale elvetica e Fed), in base ad una manovra coordinata in tre fasi, elargiranno liquidità illimita in dollari per sostenere il fabbisogno creditizio del sistema bancario europeo. La misura, adottata anche per scoraggiare ulteriori azioni speculative a discapito del settore finanziario del Vecchio Continente, fa presagire che dopo tanti tentennamenti e rinvii le autorità governative e monetarie internazionali si apprestino a varare importanti misure anticrisi.

Con le dimissioni di Jurgen Stark dal board della Banca Centrale Europea, l’atteggiamento dei tedeschi nei confronti dell’Euro rischia di diventare non meno irresponsabile di quello dei greci e degli altri Stati europei che, astenendosi dal tenere sotto controllo il loro debito sovrano, hanno contribuito a minarne la credibilità. Ma già in passato le autorità tedesche hanno agito negativamente rifiutandosi di assolvere, fino in fondo, il loro ruolo di paese guida, per il quale, più di un decennio fa, ricevettero privilegi non da poco per consentire l’avvio della Moneta Unica.

A ciò si aggiungono le decisioni assai "discutibili" della cancelliera Angela Merkel che, rasentando un populismo assolutamente inutile e fuori luogo, ha permesso il degenerare della crisi legata ai debiti sovrani europei. Scelte molto criticate che peseranno negativamente sulla sua rielezione, alquanto dubbia.

Ma il concreto timore che anche la Borsa e l'economia tedesca subiscano gravi contraccolpi ha sortito il suo effetto. In settimana, infatti, si è vissuta una tappa fondamentale verso il risanamento congiunturale, cioè la decisione dei tedeschi di adottare un atteggiamento finalizzato a scongiurare il default greco. E sorprendentemente, la nuova linea di comportamento ha trovato largo consenso anche da parte del Governo americano (nella persona del segretario al tesoro Gethner).

Ma in cosa consiste questo improvviso cambio di rotta teutonico? In pratica, la Germania eviterà di “fare la guerra” alla Grecia e gli Stati Uniti smetteranno di “far la guerra” all’Euro. Se davvero vi riusciranno, si concretizzerà la tanto attesa inversione di polarità del mercato. Auguriamocelo! Anche perché, se lo strappo provocato da Stark verrà ricomposto rapidamente, aprendo la strada ad una politica più morbida, sarà stato fatto un enorme passo avanti verso l’integrazione europea.

Passando all'altra sponda dell'Atlantico, vi è da segnalare che nei giorni scorsi il presidente americano Obama ha presentato un piano di rilancio dell’occupazione da ben 447 miliardi di dollari, ma si tratta per lo più di un programma di sgravi fiscali sul lavoro, non di un concreto progetto di stimolo dell’economia.

I suoi effetti si suppongono alquanto dubbi dal momento che le aziende americane si stanno adeguando al fluttuare ciclico della domanda aggregata, riducendo il livello di manodopera per non veder oscillare i loro profitti. In altre parole, appena la domanda cala, si licenzia subito per mantenere inalterati i profitti.

Da ciò si intuisce che, a fronte di un rallentamento globale dell’economia, le misure di Obama possono essere clamorosamente insufficienti. E giusticato quindi il poco entusiasmo con cui i mercati le hanno accolte.

Da tempo ripetiamo che la soluzione della crisi può essere solo di tipo globale (da G7 o G20) come accadde nel 2008-2009, perché solo così si potranno coordinare interventi validi, senza più sprechi di tempo ed energie. Non c'è altro modo per uscirne.

Ben venga dunque il nuovo spirito collaborativo degli Usa verso l'Europa, così pure l'impegno finanziario dei Cinesi (che sicuramente vorranno qualcosa in cambio!) per alleviare le "sofferenze" degli Stati membri più indebitati, tra cui l'Italia. Peccato che, in questo scenario, il Bel Paese continuerà a fare la parte del vaso di coccio in mezzo ai vasi di bronzo.

Passando al mercato azionario è chiaro che continua a scontare una fortissima contrazione dell’economia mondiale. I prezzi di molti titoli sono assolutamente appetibili e le occasioni davvere tante, ma per ora bisogna agire con grande accortezza e seguire i mercati giorno per giorno perchè è probabile che entro la fine dell'anno si lascino alle spalle il ribasso accumulato finora, tentando un rimbalzo fisiologico.

Vi è infatti la sensazione che, di recente, diversi fondi di investimento (con reali obiettivi di medio-lungo termine) abbiano iniziato ad approfittare dei valori azionari a sconto, con acquisti limitati ed estremamente mirati. La stessa strategia che da tempo suggerisco ai Lettori.

Nelle ultime settimane l’unico modo per ottenere profitti immediati è stato quello di seguire la tendenza giornaliera, tramite il trading intraday. Ora pare emergere una nuova configurazione “a gancio”, tipica dei rally azionari. In ogni caso, non bisogna farsi prendere la mano, ma agire sempre con molta prudenza.

Per quanto riguarda l’investimento di lungo periodo, questo è il momento della "semina". Qualunque cosa accada alle Borse, vi saranno sempre aziende in grado di risalire la china, in tempi ragionevoli anche se non necessariamente brevi.

Ma come sappiamo, nei momenti di crisi occorrono pazienza e lungimiranza!







Massimo Intropido







Copyright © 2008-2011 RicercaFinanza.Tutti i diritti riservati. Si ricorda che tutti i contenuti di questo editoriale sono protetti da copyright. La riproduzione totale o parziale, in qualunque forma, su qualsiasi supporto e con qualunque mezzo è proibita senza l'autorizzazione scritta di Ricerca Finanza e dell'Autore
.

Corso di trading, corso di forex, corso per investire in azioni, Massimo Intropido, ricerca finanza, report finanziari, corsi di trading, consulenza finanziaria, trading online, class cnbc, Report finanziario, Massimo Intropido, ricercafinanza, ricerca e finanza, corsi di trading, tradingonline, consulenza finanziaria, investimento obbligazionario, investimento azionario, etf, materie prime, valute, forex, ricercafinanza.it, ricercafinanza.com, ricercaefinanza.it, indici azionari, derivati, itf rimini massimo intropido, ricerca finanza, ricercaefinanza.it, corso di trading, corsi di trading online, i migliori corsi di trading online, fiat, ftse mib, generali, mf finanza, dow jones, unicredit, intesa sanpaolo, quotazioni azioni, mercati finanziari, ricerca finanza, massimo intropido, massimo intropido,massimo intropido, massimo intropido, massimo intropido, corso di trading, trading online, forex, forex, usd eur, trading online, trading online, trading online, trading online, trading online, trading online, corso di trading, ricerca finanza, corso di trading, corso di trading, corso di trading, corso di trading, corso di trading, corso di trading, corso di trading, corso di trading, corso di trading, ricerca e finanza, ricerca e finanza, ricerca e finanza, ricerca e finanza, ricerca e finanza, ricerca e finanza, ricerca e finanza, ricerca e finanza, ricerca e finanza, consulenza finanziaria, consulenza finanziaria, consulenza finanziaria, consulenza finanziaria, consulenza finanziaria, consulenza finanziaria, consulenza finanziaria, consulenza finanziaria, consulenza finanziaria, consulenza finanziaria, consulenza finanziaria, consulenza finanziaria, consulenza finanziaria, consulenza finanziaria, consulenza finanziaria, consulenza finanziaria, consulenza finanziaria, consulenza finanziaria, consulenza finanziaria, consulenza finanziaria, consulenza finanziaria, consulenza finanziaria, consulenza finanziaria, consulenza finanziaria, consulenza finanziaria, consulenza finanziaria, consulenza finanziaria, consulenza finanziaria, consulenza finanziaria, consulenza finanziaria, class cnbc, mf finanza, trading room, analisi tecnica, analisi fondamentale, grafici di borsa, trendline, indici finanziari, etf, angela antetomaso, marina valerio, mariangela pira, marco gaiazzi, class cnbc, mf finanza, trading room, analisi tecnica, analisi fondamentale, grafici di borsa, trendline, indici finanziari, etf,class cnbc, mf finanza, trading room, analisi tecnica, analisi fondamentale, grafici di borsa, trendline, indici finanziari, etf,class cnbc, mf finanza, trading room, analisi tecnica, analisi fondamentale, grafici di borsa, trendline, indici finanziari, etf,class cnbc, mf finanza, trading room, analisi tecnica, analisi fondamentale, grafici di borsa, trendline, indici finanziari, etf,class cnbc, mf finanza, trading room, analisi tecnica, analisi fondamentale, grafici di borsa, trendline, indici finanziari, etf,class cnbc, mf finanza, trading room, analisi tecnica, analisi fondamentale, grafici di borsa, trendline, indici finanziari, etf, massimo intropido, tv finanziaria, analisi tecnica, bande di bollinger, stocastico, macd, indicatori, rsi, medie mobili, resistenze, supporti, analisi tecnica, bande di bollinger, analisi tecnica, bande di bollinger, analisi tecnica, bande di bollinger, analisi tecnica, bande di bollinger, analisi tecnica, bande di bollinger, macd, newsletter finanziaria, newsletter di massimo intropido, rf news, newsletter finanziaria, newsletter di massimo intropido, rf news, newsletter finanziaria, newsletter di massimo intropido, rf news, newsletter finanziaria, newsletter di massimo intropido, rf news, newsletter finanziaria, newsletter di massimo intropido, rf news, newsletter finanziaria, newsletter di massimo intropido, rf news, newsletter finanziaria, newsletter di massimo intropido, rf news, newsletter finanziaria, newsletter di massimo intropido, rf news, newsletter finanziaria, newsletter di massimo intropido, rf news, newsletter finanziaria, newsletter di massimo intropido, rf news,





Home page | Chi siamo | Contatti | Corsi | Report | Consulenza | Video | Analisi Tecnica | Borsa Italiana | I Libri di Massimo Intropido | Privacy Policy Cookie Policy Terms of use | Mappa del sito

RICERCA FINANZA by ARCHEKONOMIA sas - P.IVA 09374040963 - Copyright 2008/2018 by Archekonomia sas - All rights reserved - Aggiornamento al 22 ott 2018

Torna ai contenuti | Torna al menu